Perché avere un logo vettoriale

Perché avere un logo vettoriale

Esistono due tipi di formati immagine: raster e vettoriale. Forse questi due termini non li hai mai sentiti ma ti assicuro che il primo lo usi quotidianamente: ti dicono qualcosa le sigle JPG, GIF, PNG, BMP?
Esattamente! La grafica raster è sicuramente il metodo più utilizzato per il salvataggio delle immagini. (altro…)

Google: no mobile, no party!

Google: no mobile, no party!

Negli ultimi quattro anni sono cambiate parecchie cose nel mondo di Internet, in particolare come vengono consultati i siti web: sempre più spesso e con una continua crescita, quasi esponenziale, i visitatori navigano le acque digitali tramite dispositivi mobili quali smartphone, tablet.

Ora tramite il suo blog dedicato agli addetti ai lavori, Google ha dichiarato che a partire dal 21 aprile 2015 verrà data molta più importanza nei risultati di ricerca, a quanto un sito sia “mobile-friendly”, ovvero consultabile agevolmente da un qualsiasi dispositivo mobile. Ciò di fatto si rivela come una specie di ultimatum a chi abbia trascurato finora questo fattore.

Google nel suo comunicato raccomanda anche che vi sia una unica versione del sito Internet. Avere due versioni separate per la consultazione da cellulare e da PC porta ad una duplicazione dei contenuti che per il noto motore di ricerca equivale un po’ ad “imbrogliare”. Per questo viene consigliato di implementare le pratica di Responsive Web Design. (altro…)

Inspired by Iceland

Inspired by Iceland

Questo invito video a visitare l’Islanda è semplicemente geniale, coinvolgente, commovente… avanti anni luce rispetto alla comunicazione turistica de’ noantri [anche se è fuori dal 2010].

Sono mostrate persone normali, in attività quotidiane, in luoghi eccezionali che danno la netta sensazione di divertirsi tutte insieme al ritmo trascinante di Jungle Drum by Emiliana Torrini…

Tutto quello che di bello e straordinario c’è nelle esperienze umane e nei paesaggi onirici dell’Islanda passa ad alta velocità, veicolando simpatia ed adrenalina, senza la fastidiosa retorica dei nostri messaggi orientati ad un “coolness factor” spesso artificiale, spersonalizzato ed inafferrabile.

Sul sito Inspired by Iceland si trovano poi centinaia di storie di persone che hanno voluto condividere le loro emozioni di viaggio come ispirazione di vita, non come lagnanza o marketta di una stanza d’albergo su TripAdvisor.

Ahinoi, da queste parti la massa ha ucciso la fantasia!!!

Google Maps Street View arriva a Primiero

Google Maps Street View arriva a Primiero

Finalmente è arrivato Google Maps Street View nella valle di Primiero! Ma…

Che cos’è Street View?

Street View è un’implementazione di Google Maps che visualizza foto a 360° delle strade ad intervalli di 10 metri l’una dall’altra grazie ad una speciale macchina fotografica posizionata al di sopra di una macchina (la cosiddetta Google Car).

In tal modo è possibile visualizzare non solo la mappa stradale o l’ortofoto di una città, ma anche di vedere “dal vivo” ogni strada, seguire una strada, zoomare sui vari edifici ed osservare come realmente si presenta un determinato incrocio od un negozio.

Che benefici può portare a Primiero?

Beh, sicuramente potrebbe esser utile in ambito turistico, per esempio dando la ad un eventuale turista la possibilità di muoversi attraverso una mappa e vedere che il tale albergo si trova effettivamente in una posizione centrale e/o panoramica, che le bellezze naturali sono effettivamente a poca distanza, che ogni paese è immersa nel verde, ecc.

Ma non ci sono già le foto per questo? Certo, ma le foto non danno la percezione delle distanze. …ed inoltre, come si suol dire, è come chiedere all’oste se il vino è buono :-)

Con questo strumento, diciamo “neutrale“, si può dar un servizio aggiuntivo e complementare.

E per quanto riguarda la privacy?

Non vi preoccupate, in tutte le foto vengono mascherate in automatico le facce e i numeri di targa, quindi la vostra riservatezza per il momento è ancora al sicuro :-)

Da un attento esame le foto risalgono alle prime settimane di ottobre 2010 (si possono notare le locandine del “Che cosa bolle in pentola” nelle varie bacheche valligiane), e al momento sono coperte solamente la Strada Statale 50, il Passo Gobbera e il Passo Cereda.

Passiamo alla pratica con la cartina all’inizio di questo articolo!
Per visualizzare la foto utilizzate il mouse tenendo premuto il pulsante sinistro oppure tramite i tasti WASD. Per muovervi avanti ed indietro sulla strada fate doppio clic sulla posizione in cui volete arrivare oppure utilizzate i tasti freccia su e freccia giù.

In alternativa è possibile trascinare l’omino giallo nel riquadro in basso a destra nella posizione che si vuole visualizzare.

Per maggiori informazioni consulta la semplice guida.

UPDATE: settembre 2012

Dal 7 luglio sono disponibili quasi tutte le strade comunali, la zona pedonale di Fiera di Primiero ed alcune zone caratteristiche, come i centri dei paesi, i prati di S. Giovanni, ecc.
In qualche vetrina del negozio del centro di Fiera è possibile vedere il riflesso della Google Car

Le foto sono aggiornate al mese di maggio 2011.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi